Home Page I Indice I Editoriale I EuroStory I I Paesi dell'Euro I Banconote I Monete I Euro sicuro

 

Euro Story


ricerca a cura di Massimiliano Di Cicco

 

1° GENNAIO 2002: UNA NUOVA MONETA PER L'EUROPA

L'arrivo del nuovo anno porterà un' innovazione che definire STORICA diventa un obbligo. Assisteremo infatti all'entrata in circolazione ufficiale di banconote e monete espresse in euro. Questo rappresenta l'ultimo passo di un cambiamento radicale iniziato nel dicembre 1998, quando venne fissato in maniera IRREVOCABILE il tasso di conversione delle valute partecipanti, e continuato nel gennaio 1999 quando l'euro diventò la moneta unica di 11 paesi europei (dato che la Grecia vi sarebbe entrata solo nel gennaio 2001) aderenti all'Unione Economica e Monetaria anche se solo per le operazioni che non richiedevano l'uso del contante (ad esempio per conti correnti bancari,assegni, bancomat, ecc.).

L'introduzione dell'euro, tuttavia, è molto più che una semplice sostituzione di una valuta con un'altra; essa avrà ripercussioni sulla vita dei cittadini e sulle imprese non solo dei paesi che hanno adottato la moneta unica, ma anche del resto del mondo.

Le banconote e le monete in euro sono il frutto di anni di lavoro preparatorio e di progettazione, a partire dalla selezione del simbolo dell'euro fino alla logistica della distribuzione di miliardi di banconote e monete nei 12 paesi membri che hanno adottato la moneta unica. Il successo dell'euro è un presupposto fondamentale per la realizzazione di un' Europa in cui persone, servizi, capitali e beni possano circolare liberamente.

La storia si sta scrivendo sotto i nostri occhi. Unitevi a noi per celebrare la più grande transizione monetaria mai avvenuta e per conoscere meglio la nuova moneta.

 

STORIA DELL'EURO

L'adozione della nuova moneta è il frutto di anni di incessante lavoro.
Il Trattato di Roma (1957) dà avvio alla creazione del mercato comune europeo con l'obiettivo di accrescere il benessere economico e di contribuire a "un' unione sempre più stretta fra i popoli europei".

L'Atto Unico Europeo (1986) e il Trattato sull'Unione europea (1992) concorrono alla realizzazione di tale obiettivo dando vita all'Unione economica e monetaria e gettando le basi per la moneta unica.

La Terza fase della UEM ha inizio il 1° gennaio 1999, con la fissazione dei tassi irrevocabili di conversione delle valute partecipanti. A partire da questo momento, gli Stati membri dell'area dell'euro iniziano a condurre una politica monetaria comune, l'euro è adottato come moneta scritturale e le 11 valute degli Stati membri partecipanti ne diventano espressioni nazionali. La Grecia è entrata a far parte della UEM il 1° gennaio 2001, portando a 12 gli Stati membri che introdurranno le banconote e le monete in euro. 

 

COME NASCE L'EURO?

Le origini della moneta unica vanno ricercate nei Trattati, elaborati e firmati dai membri del Consiglio europeo, composto dai Capi di Stato o di Governo di tutti gli Stati membri dell'Unione europea (UE), e successivamente ratificati da ciascun paese conformemente alle procedure legislative nazionali. 

I governi degli Stati membri sono dunque gli artefici dell'euro, il cui nome è stato adottato dal Consiglio europeo di Madrid del dicembre 1995.

La Banca centrale europea (BCE), istituita il 1º giugno 1998, ha sede a Francoforte sul Meno, in Germania. Essa ha il compito di mantenere la stabilità dei prezzi, di condurre una politica monetaria unica per tutta l'area dell'euro ed è inoltre responsabile dell' introduzione della moneta unica.

 

IL SIMBOLO DELL'EURO

Il simbolo dell'euro (€) è stato creato dalla Commissione europea nell'ambito della campagna di informazione sull'adozione della moneta unica. Il simbolo doveva rispondere a tre criteri specifici:

- Essere un simbolo distintivo dell'Europa facilmente riconoscibile 
- Essere facile da scrivere a mano 
- Avere un design esteticamente gradevole 

Nell'ambito della Commissione europea sono stati elaborati circa 30 bozzetti; 10 di questi sono stati sottoposti al giudizio dell'opinione pubblica attraverso un sondaggio.

Sulla base del sondaggio sono stati selezionati 2 simboli, tra i quali il Presidente della Commissione, Jacques Santer, e il Commissario europeo responsabile per l'euro, Yves-Thibault de Silguy, hanno operato la scelta finale.


Come è nato il simbolo dell'euro?

Il simbolo dell'euro è ispirato alla lettera greca epsilon, risalente all'età classica, ovvero alle origini della civiltà europea. La lettera rappresenta inoltre l'iniziale della parola Europa, mentre le due linee parallele indicano la stabilità dell'euro.

L'abbreviazione ufficiale dell'euro è EUR. 

 

 

 Home Page I Indice I Editoriale I EuroStory I I Paesi dell'Euro I Banconote I Monete I Euro sicuro

 



Il contenuto di questo sito è frutto di nostre ricerche, opinioni personali e fantasia.Non garantiamo la veridicità dei contenuti per cui non siamo in alcun modo responsabili per eventuali danni diretti od indiretti che le informazioni in questo sito possono arrecare. E' vietata la riproduzione, anche  solo in parte, di queste pagine. Per utilizzare il materiale pubblicato potete chiederci l'autorizzazione che certamente Vi verrà fornita. Le informazioni sul server e sui responsabili sono riportate nella sezione CHI E' LO STAFF accessibile dalla HOME-PAGE   Lo staff di SantaCroceOnLine