Santa Croce di Magliano, mercoledì 09 giugno 2004
pagina aggiornata giovedì 10 giugno 2004

     

    Imposta come pagina iniziale  Aggiungi ai preferiti  Segnala ad un amico  Stampa  Translate in English

di cristinzi << 1/15 giugno << 2004 << home

 

 


Campo Sportivo Comunale: visita di Piero Di Cristinzi


Santa Croce di Magliano, mercoledì 9 giugno 2004
Il Presidente del Comitato Regionale Molise (F.I.G.C. - L.N.D.), Piero Di Cristinzi ha visitato questa mattina il campo comunale di Santa Croce di Magliano con il nuovo manto in erba sintetica, in via di realizzazione. Di Cristinzi è stato ricevuto dai dirigenti della Turris, guidati dal Presidente Michele Rosati, e dai componenti dell'Amministrazione Comunale. Di seguito un po' di foto...

 

 

Il nuovo "Ventimila", il primo terreno di gioco in erba sintetica in Molise, sta prendendo rapidamente forma. I lavori di riattazione, dopo un rallentamento per le cattive condizione atmosferiche che hanno determinato anche il cedimento di una fascia di terreno prospiciente il caseggiato delle ex scuole medie, con il ritorno del bel tempo, sono ricominciati e procedono di buona lena. 
Dopo l'innalzamento degli spogliatoi, della biglietteria e della tribunetta laterale, nei giorni scorsi, è stata ultimata la sistemazione delle zolle su un'area di circa seimila metri quadrati. 
La somma totale per la ristrutturazione ammonta a circa 700mila euro, in parte coperti dall'accensione di un mutuo da parte dell'amministrazione comunale (credito sportivo a tasso zero di 450mila euro) e in parte, grazie al contributo corrisposto dalla Figc (232mila euro). 
E ieri mattina, a tal proposito, il presidente del comitato regionale Figc-LND, Piero Di Cristinzi e il suo vice Pasqualino Raimondo, hanno raggiunto il centro bassomolisano e costatando lo stato dei lavori finora realizzati, si sono complimentati con gli operai della ditta appaltatrice "per l'ottimo risultato conseguito".

"Per l'intero comitato che rappresento - ha affermato Di Cristinzi - quest'impianto rappresenta un duplice motivo d'orgoglio, e per aver contribuito alla realizzazione di una struttura di tal fattura, e non secondariamente, perché tale iniziativa d'intervento è stata indirizzata ad una società gloriosa come la U.S. Turris di Santa Croce, che ci ha accompagnato, con degli importantissimi risultati sportivi, nei nostri primi anni di autonomia regionale".

Di Cristinzi ha poi voluto sottolineare l'importanza della concretizzazione dell'impianto, in una comunità dalle grandi tradizioni sportive ma altresì, fortemente danneggiata dal sisma.

"Abbiamo voluto dare una risposta forte, indirizzando parte dei fondi raccolti dalla Figc per l'emergenza sisma, alla realizzazione di diverse opere in più comuni, fra cui, l'impianto calcistico di Santa Croce, rappresenta il fiore all'occhiello. 
Abbiamo trovato piena disponibilità da parte dell'amministrazione comunale, in particolare del sindaco Gianfelice e dell'assessore Florio, a recepire la rilevante peculiarità di questo intervento, che sarà dal punto di vista tecnico, un esempio da additare e prendere a modello, per quanti, in futuro, vorranno realizzare qualcosa di simile". 
A quanto l'inaugurazione? "I tempi di consegna dei lavori, sono previsti per la fine d'Agosto. Quasi sicuramente l'inaugurazione dovrebbe essere programmata per l'inizio di Settembre. Stiamo lavorando per approntare una gara di rilevanza internazionale, magari con la presenza di qualche rappresentativa nazionale che presumibilmente potrebbe essere la Nazionale Dilettanti. La gara, sarà preceduta da un convegno incentrato sulla tematica dell'utilizzo di impianti in erba sintetica, laddove interverranno, i responsabili della Limonta e della Mondo, le maggiori ditte specializzate per la realizzazione d'impianti simili, unitamente al responsabile del Credito Sportivo che svolge un'attività importante per il finanziamento, a tasso agevolato, degli stessi".

Purtroppo, la realizzazione del piccolo gioiellino sportivo, coincide con una delle più nere annate della U.S. Turris che dopo una stagione tribolata, vissuta sempre lontana dalle mura amiche, all'indomani della sconfitta nei play out, è retrocessa in Prima Categoria. 
Sebbene la società in carica, sia dimissionaria, gli sportivi santacrocesi cullano il sogno di un ripescaggio nel calcio che conta. De Cristinzi e Raimondo, su quest'ultimo punto, hanno glissato la domanda e all'unisono hanno affermato "che sebbene ci sia grande amarezza per le sorti della Turris, i nostri regolamenti sono assai ferrei, né in questo momento possiamo dare delle risposte. Bisognerà verificare alla fine dei termini ultimi per le iscrizioni, poi si vedrà".
La gestione della Turris e del moderno impianto calcistico, sarà uno dei primi interventi sui quali si dovrà confrontare la nuova amministrazione che scaturirà dall'esito delle consultazioni cittadine del 12 e 13 giugno.

di Salvatore Celeste dal quotidiano "Oggi Nuovo Molise" (10/06/04)

 

 

I lavori all'impianto sportivo proseguono incessantemente. Sul campo in erba sintetica sono state tracciate le linee mentre spogliatoi, tribune, biglietteria e bagni sono in fase di ultimazione.
Dopo le giornate di pioggia, si sta ovviando al pericolo di frana in una parte isolata del campo. Gli operai sono al lavoro.

 

 

 



 

 



© Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.   

disclaimer