Santa Croce di Magliano, giovedì 23 giugno 2005

     

    Imposta come pagina iniziale  Aggiungi ai preferiti  Segnala ad un amico  Stampa  Translate in English

inaugurazione campo << 16/30 giugno << 2005 << home

 

 


Il "Ventimila" si veste d'azzurro


- Il Molise torna a tingersi d’azzurro. E lo fa con l’inaugurazione del campo di Santa Croce di Magliano, il Ventimila, un impianto nuovo, moderno, innovativo, perché fatto d’erba sintetica, l’ultima novità del trend calcistico all’alba del terzo millennio.
- Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato Autorità politiche ed istituzionali regionali, nonché i vertici della Federazione Italiana Giuoco Calcio (su tutti Carlo Tavecchio, Presidente della Lega Nazionale Dilettanti).
- L’impianto sportivo di Santa Croce di Magliano è stato ristrutturato a seguito dell’evento sismico del tragico 31 ottobre 2002 con i fondi messi a disposizione dalla F.I.G.C.
I lavori sono terminati lo scorso mese di settembre e l'impianto sportivo ha fatto gia da palcoscenico alla trionfale stagione della U.S. Turris Santa Croce 2004/2005 del Presidente Luigi Pilla e dell'allenatore Francesco Bonetti, nonché della splendida performance della Categoria Giovanissimi, diretta dal mister Luigi Marino. Due affermazioni che lasciano ben sperare per il futuro calcistico santacrocese.
- Mancava appunto l'inaugurazione ufficiale. Inaugurazione che è stata preceduta da una gara tra i team di categoria Esordienti delle scuole calcio della Turris (allenata da Franco Carnevale) e di San Giuliano di Puglia.
- A seguito del cerimoniale, in campo si sono sfidate la Nazionale Professionisti Under 17, allenata da Francesco Rocca, e la Rappresentativa Molise Under 20, allenata da Mario Oriente. La gara, valida per l’assegnazione della 9^ edizione del Trofeo Camarda, è terminata con il punteggio di 1-0 a favore della rappresentativa nazionale.

Santa Croce di Magliano, mercoledì 22 giugno 2005 - campo comunale "Ventimila"

 

ingrandisci ingrandisci ingrandisci ingrandisci ingrandisci
ingrandisci ingrandisci ingrandisci ingrandisci ingrandisci
ingrandisci ingrandisci ingrandisci ingrandisci ingrandisci
ingrandisci ingrandisci ingrandisci ingrandisci ingrandisci
ingrandisci ingrandisci ingrandisci ingrandisci ingrandisci

Rappresentativa Molisana
Barbieri, F. Benedetto e S. Benedetto (Montenero), Chinni, Di Claudio e Guidoni (Campobasso 1919), A. Detomaso, Polzella e Vitolo (Campobasso Calcio), Daddi e Pagliocca (Civitas), Ianniciello (Mafalda), Fratangelo (Nuovo Campobasso), Castaldi, De Luca, Leva e Minotti (Olimpia Agnonese), S. Perfetto (Petacciato), Rucci (San Giacomo), Izzo e Manzo (U.S. Turris).
- Dirigente accompagnatore: Giovanni Digati; Commissario tecnico: Mario Oriente; Coordinatore: Alfonso Sticca; Medico Sociale: Benedetto Potenza; Massaggiatore: Gennaro Massarelli; Collaboratore: Filippo Pagnotta; Magazziniere: Enzo Narinelli.

Nazionale Under 17
PORTIERI: Santarelli (Lazio), Alfonso (Chievo Verona), Tornaghi (Inter)
DIFENSORI: Cremonesi (Cremonese), De Silvestri (Lazio), Franceschini (Lecce), Angelucci (Ternana), Tagliani (Brescia), Renzetti (Genoa), Brivio (Atalanta), Tonucci (Cesena)
CENTROCAMPISTI: Greco (Lazio), Bacher (Sud Tirol), Castiglia (Reggina), Cia (Sud Tirol), Del Sole (Parma), Di Gennaro (Milan), Mancosu (Cagliari), Palermo (Roma), Mandorlini (Parma)
ATTACCANTI: Foti (Venezia), Dalla Costa (Inter), Maritato (Juventus), Merini (Bari), Russotto (Cisco Lodigiani), Sargentoni (Lazio).
- Capo delegazione: Azeglio Rachini; Allenatore: Francesco Rocca; Allenatore: Gesualdo Piacenti; Segretario: Antonio Gasbarrone; Medico: Riccardo Masetti; Massaggiatore: Igino Lazzaroni; Preparatore Atletico: Roberto Menichelli; Magazziniere: Franco Turco.


 

Nazionale Under 17 - Rappresentativa Molise Under 20    1-0
Rete
: 18' Maritato.
Molise: Daddi (46' Fratangelo), Vitolo, De Luca (85' Manzo), Leva (46' Di Claudio), F. Benedetto (70' Ianniciello), S. Benedetto, Castaidi (82' Izzo), Detomaso (55' Rucci), Pagliocca (65' Minotti), Polzella (46' Guidone), Perfetto (46' Chinni). All. Oriente.
Italia 1° tempo (4-3-3): Tornaghi; Tonucci, Tagliani, Angelucci, Renzetti; Bacher, Castiglia, Del Sole; Merini, Dalla Costa, Maritato.
Italia 2° tempo (3-5-2): Alfonso; Brivio, Cremonesi, Franceschini; Cia, Mandorlini, Palermo, Russotto, Mancosu; Foti, Sargentoni. All. Rocca.
Arbitro: Gabriele di Frosinone.
Note: spettatori un migliaio.

 

LA GIORNATA di festa per Santa Croce di Magliano e per il calcio molisano è stata in parte rovinata dal ritardo con cui è iniziata la partita degli azzurrini. Previsto per le 17, il match è scalato di mezz'ora causando l'irritazione di Francesco Rocca, scuro in volto e molto nervoso fin dal suo arrivo al «Ventimila». Il popolare «Kawasaki» non aveva tutti i torti: la sua nazionale sta preparando i mondiali di categoria e dunque ogni impegno deve essere affrontato con serietà ed organizzazione. Al di là di questo dettaglio, chi ha assistito alla partita ha avuto modo di divertirsi.
La partita è stata gradevole, con gli azzurri che ovviamente hanno fatto vedere bei numeri con giocate di prima che non ti aspetti da ragazzi di 16 e 17 anni, il Molise ha interpretato nel modo migliore il suo ruolo puntando sull'agonismo e sul «mestiere». I nostri erano più «vecchi» di quattro anni, ma fisicamente facevano una figura abbastanza mesta di fronte a gente praticamente tutta dal metro e ottanta in su. E nell'Italia mancavano anche alcuni pezzi da novanta, come il milanista Di Gennaro (infortunato) ed i tre laziali Santarelli, De Silvestri e Greco che dovranno presto unirsi alla prima squadra biancazzurra per iniziare la preparazione in vista dell'Intertoto.
Prima della partita, i bambini di Santa Croce e San Giuliano di Puglia hanno dato vita ad una partitella che ha esaltato il pubblico locale. Pubblico che ha avuto modo di applaudire due giocatori della Turris, Erminio Izzo ('87) e Francesco Manzo ('88), aggregati alla rosa della selezione di Mario Oriente e premiati con l'ingresso in campo nei minuti finali. Pochi minuti prima del calcio d'inizio della partita più importante, è stato ufficialmente inaugurato il campo da gioco. Unico assente il presidente della Lega dilettanti Carlo Tavecchio, persosi per strada ed arrivato poco prima dell'intervallo.


SANTA Croce di Magliano si è tinta d'azzurro per un pomeriggio con l'amichevole tra la rappresentativa regionale under 20 e l'Italia under 17. L'incontro, valido per l'assegnazione del Trofeo Camarda, è stato vinto dagli azzurrini grazie al gol dello juventino Piergiuseppe Maritato al 18', ma il Molise non ha sfigurato ed avrebbe potuto tranquillamente chiudere la partita in parità.
Degna cornice di pubblico al «Ventimila», reinaugurato per l'occasione dopo la copertura con erba sintetica. Un'atmosfera di festa che aveva tra le sue cause anche il ritorno (ancora non ufficiale ma praticamente certo) della Turris in Promozione.
Con mezz'ora di ritardo, la gara prende il via dopo l'esecuzione dell'Inno di Mameli da parte della Banda degli Alpini. L'Italia sembra avere una marcia in più e chiude i ragazzi di Oriente nella propria metà campo. Già al 4' gli azzurrini potrebbero passare, ma il colpo di testa di Maritato su cross di Dalla Costa si stampa sulla traversa. L'Italia insiste e guadagna una serie di calci d'angolo, il Molise comincia ad uscire dal guscio puntando molto sulle qualità di Castaldi e sull'intesa tra Polzella e Pagliocca.
Al quarto d'ora il conto dei legni va in parità; Pagliocca parte sul filo del fuorigioco ed arriva a calciare a tu per tu con Tornaghi. Ma la mira dell'attaccante della Civitas è imprecisa e la sua conclusione va a stamparsi sul primo palo. In precedenza, il cesenate Denis Tonucci aveva impressionato con una bella cavalcata sull'out destro, terminata però con un tiro alle stelle.
Rocca striglia i suoi ed al 18' l'Italia passa: c'è un'azione insistita, Castiglia da terra prova a beffare Daddi che respinge quasi miracolosamente ma è pronto Maritato per il tap-in.
Il Molise non ci sta ed al 23' va vicinissimo al pari: l'azione parte tanto per cambiare da Castaldi, dopo un batti e ribatti Perfetto può coordinarsi per un bell'esterno che sfiora il palo alla sinistra di Tornaghi che appariva battuto Al 28' ancora Castaldi in evidenza: l'ala dell'Olimpia Agnone si beve Renzetti, crossa ancora per Perfetto ma Tornaghi è bravo a bloccare la conclusione del petacciatese.
L'ultima occasione del primo tempo è per Dalla Costa, che al 33' ha una bella intuizione toccando d'anticipo su Daddi che non si fa sorprendere.
All'inizio della ripresa Rocca ha cambiato tutti gli undici di partenza. In campo anche il temuto bomber Russotto, che però non avrà modo di creare pericoli. Oriente sostituisce inizialmente quattro giocatori, e nel corso dei 45' ne rimpiazza altri cinque. Si segnala una sola vera occasione per parte. Al 12' quella dell'Italia, con Sergentoni che batte dalla linea dell'area a girare e centra il palo esterno. Al 25' l'opportunità dei molisani, con l'onnipresente Castaldi che sugli sviluppi di una mischia riprende una respinta avversaria battendo al volo. Il suo tiro termina fuori di un nonnulla. (Giuseppe Villani, "Oggi Nuovo Molise")


Presente alla manifestazione anche il presidente della Lnd Carlo Tavecchio e le autorità politiche regionali

Alla Nazionale il Trofeo Camarda

Inaugurato ieri il campo sportivo ‘Ventimila’ di Santa Croce di Magliano

SANTA CROCE DI MAGLIANO. Lo sport è vita, può significare rinascita, segno tangibile della ripresa sociale di una comunità. Un incontro di calcio ne rappresenta l’esempio. E’ stato ufficialmente inaugurato il nuovo stadio ‘Ventimila’ di Santa Croce di Magliano, un impianto sportivo frutto anche della solidarietà della Figc e della Lega nazionale Dilettanti.
Gli enti sportivi nazionali hanno contribuito alla realizzazione del manto in erba sintetica del campo, un vero e proprio gioiello e vanto della regione. “Si è concretizzata un’idea nata due anni fa, orgoglio della Federazione, di Santa Croce e della Turris – spiega emozionato il presidente della Figc molisana Piero Di Cristinzi - puntiamo a nuove iniziative e già stiamo pensando alla riconversione del villaggio provvisorio di San Giuliano di Puglia in un campus per i giovani”.
Presente al taglio del nastro anche il presidente nazionale della Lnd, Carlo Tavecchio. “Ho portato il saluto della federazione e ho potuto toccare con mano il frutto della nostra solidarietà – commenta – il contributo non poteva essere speso meglio. Non escludo che in futuro possano esserci nuove manifestazioni”.
L’assessore regionale allo sport Rosario De Matteis ha ricordato la figura di Gino Camarda. Un intenso pomeriggio di sport, quello di ieri. Primi calci sul sintetico anche per gli esordienti di Santa Croce e San Giuliano. E’ stata l’occasione migliore per assegnare il trofeo intitolato alla memoria di Gino Camarda, simbolo indelebile dello sport molisano.
La nazionale under 17 allenata da Francesco Rocca ha battuto di misura (1- 0) la rappresentativa molisana under 20 (Izzo e Manzo per la Turris) guidata da Mario Oriente. Numeroso il pubblico giunto al ‘Ventimila’ fresco di ristrutturazione.
“Una bella manifestazione – dice il sindaco Pasquale Marino – abbiamo avuto l’onore di ospitare un’iniziativa importante e la possibilità di ringraziare la Figc e la Lnd per l’apprezzabile gesto di solidarietà. Spero lo stadio diventi un punto di riferimento anche in futuro”.
Parole condivise dall’assessore al ramo Nicolangelo Licursi, il quale ha coordinato l’organizzazione dell’evento. 
Una giornata all’insegna del sport, della socializzazione e del sano divertimento. La Federazione nazionale ha inserito il secondo tassello nel mosaico degli impianti sportivi destinatari dell’opera di sostegno: San Giuliano di Puglia, Santa Croce di Magliano, Colletorto e Rotello. Ancora una volta la dimostrazione della vicinanza dell’Italia intera, in questo caso del mondo sportivo alle comunità segnate dal sisma del 2002. (Fabrizio Occhionero dal "Quotidiano del Molise")

 



 

 

 

 



© Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.   

disclaimer