Santa Croce di Magliano, mercoledì 24 gennaio 2018

     

    Imposta come pagina iniziale  Aggiungi ai preferiti  Segnala ad un amico  Stampa  Translate in English

san gliano di puglia << 16/31 gennaio << 2018 << home

 

 

 

i colori della vita


"Il mondo che vorrei", ecco il tema scelto per la XIII edizione del concorso letterario "I colori della vita" nato per ricordare i 27 bambini e l’insegnante Carmela Ciniglio morti nel crollo della scuola Jovine a San Giuliano di Puglia.


 

San Giuliano di Puglia. E’ "Il mondo che vorrei" il tema scelto per la XIII edizione del concorso letterario "I colori della vita" nato per ricordare i 27 bambini e l’insegnante Carmela Ciniglio morti nel crollo della scuola Jovine a San Giuliano di Puglia. Il tema si ispira all’inclusione, alla solidarietà umana e al bene comune.

«Questa edizione - spiega la commissione formata dalla preside Giovanna Fantetti, da padre Enzo Ronzitti e da alcuni docenti nel corso della presentazione di lunedì 22 gennaio nella scuola del paesino colpito dal terremoto del 2002 - vuole rimarcare che la scuola non può e non deve rimanere in silenzio nei confronti di tragedie che purtroppo si susseguono ancora nel nostro paese».

«Non perdere la speranza di costruire un futuro scolastico e sociale nel quale per tutte le scuola la sicurezza sia un fondamento e non una chimera è il modo concreto per fare memoria dei bambini di San Giuliano e della loro maestra - spiega la dirigente scolastica - L’argomento apre uno sguardo sul mondo attuale stimolando la riflessione sulle tante problematiche di natura sociale e di convivenza sociale, che emergono dalle scelte dei grandi della terra e dalle condizioni in cui versano attualmente non poche aree territoriali. Il tema del concorso si presta attraverso svariati linguaggi espressivi, a far riflettere il mondo della scuola su come sia importante coltivare quelle buone pratiche educative per far nascere passioni, sensibilità, curiosità, creatività, serenità, vitalità per nuovi apprendimenti e nuovi saperi il cui radicamente è possibile solo in un mondo di pace. La pace infatti è un modo di vivere insieme agli altri, nel rispetto della dignità e dei diritti umani di ciascuno».

ll concorso è aperto alle scuole d’infanzia, scuola elementare e media e anche alle superiori, italiane ed estere. Ogni alunno potrà partecipare ad una sola sezione tra quelle stabilite: elaborato grafico-artistico, fumetto, poesia, elaborato multimediale, arrangiamento musicale. Tutti coloro che vorranno partecipare potranno inviare i loro elaborati entro e non oltre il 30 marzo 2018.

Con il concorso saranno anche realizzate attività di sensibilizzazione per una migliore qualità della vita, intesa come crescita culturale e civile continua e pacifica delle future generazioni, i ragazzi che domani saranno uomini e donne.

Nel corso della conferenza è stato presentato anche il quadro "Il mondo che vorrei" realizzato dall’artista Ursula Manes « La vita è piena di una sensazionale moltitudine di emozioni - è stata la spiegazione dell’opera - Ori e tanti vuoti. Un percorso dettato da molte linee immaginarie che seguiamo a volte chiare e a volte scure. Ma tutti cerchiamo uno spazio comune... la felicità. L’infinito spazio celeste dell’anima. Questo è il mondo che vorremmo».

 


 


 

 

 



© Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.   

disclaimer - privacy