Santa Croce di Magliano, mercoledì 02 maggio 2018

Imposta come pagina iniziale Aggiungi ai preferiti Segnala ad un amico Stampa Translate in English

primo maggio << 1/15 maggio << 2018 << home


Primo Maggio a Santa Croce di Magliano con la CGIL
Dibattito, corteo e comizi: le fotografie


 

 

 

 

 

Santa Croce di Magliano, 01/05/2018

1° maggio. La Cgil Molise a Santa Croce di Magliano: dalle lotte bracciantili alle nuove forme di sfruttamento

1 maggio, il Molise celebra e festeggia i suoi lavoratori. In particolare, come da tradizione, Santa Croce di Magliano è da anni ormai il luogo simbolo di questa festività. Il comune basso molisano è stato, in passato, teatro di lotte contadine e bracciantili, nonché dell’occupazione delle terre dell’antico feudo di Melanico. Le terre, all’epoca dei fatti, erano di proprietà di un grande latifondista pugliese: su una popolazione di circa seimila abitanti, quasi i due terzi erano composti di braccianti, una classe sociale numerosa, secolarmente sfruttata, affamata di lavoro e di terra. L’assalto al latifondo fu organizzato principalmente dagli attivisti della Camera del Lavoro (CGIL) e della sezione del PCI di Santa Croce di Magliano con la fattiva e decisiva collaborazione dei sindacalisti e dei dirigenti comunisti provinciali. Tra questi si ricorda Nicola Crapsi, già Segretario della Camera del Lavoro di Santa Croce di Magliano nel 1920 e protagonista di memorabili lotte bracciantili, eletto sindaco nel 1922 ma destituito dai fascisti che ne sancirono l’allontanamento in Abruzzo. Tra i protagonisti delle lotte sociali e politiche del Novecento in Molise merita, quindi, di essere ricordato tra coloro che sono rimasti impressi nel cuore dei lavoratori.

Quest’anno la manifestazione organizzata dalla CGIL Molise nel comune molisano è stata animata da un lungo dibattito dedicato al tema ‘Dai braccianti ai migranti’, nel corso del quale sono intervenuti diversi esponenti.

“Il tema era quasi obbligato – ha detto Paolo De Socio della CGIL Molise – in un luogo come quello di Santa Croce di Magliano, nella Prima Camera del Lavoro del Molise e di 110 anni di storia che la caratterizzano. Abbiamo provato a fare un parallelo tra i diritti che sono stati conquistati con le lotte di personaggi illustri, figli di questo territorio, come Crapsi e Rosati. Oltre a dare una sguardo al futuro – ha continuato il sindacalista – rispetto a quella che è la situazione dei diritti ancora da conquistare soprattutto per quel che concerne le classi più deboli e tra queste quella dei migranti – conclude – che si trovano in una condizione di indigenza oggettiva e che a volte sono preda facile dei nuovi caporalati e delle diverse forme di sfruttamento”.

Nel corso della mattinata si è parlato anche del tema della sicurezza sui luoghi di lavoro. Tante sono, infatti, le morti bianche che riempiono le cronache sia su scala nazionale che regionale. Non ultimo il tragico episodio verificatosi, lunedì 30 aprile, che ha visto vittima un agricoltore nelle campagne di Castelmauro.

fonte: http://quotidianomolise.com/1-maggio-la-cgil-molise-a-santa-croce-di-magliano-dalle-lotte-bracciantili-alle-nuove-forme-di-sfruttamento/

 

 

 


presentazione




© Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.

disclaimer - privacy