Santa Croce di Magliano, venerdì 31 gennaio 2020

     

    Imposta come pagina iniziale  Aggiungi ai preferiti  Segnala ad un amico  Stampa  Translate in English

giornata della memoria << 16/31 gennaio << 2020 << home

 

 

 

giornata della memoria


Dall’Irlanda a Santa Croce di Magliano: il Progetto Crocus per la Giornata della Memoria. “Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario” (Primo Levi)


 

 

Al Liceo Capriglione di Santa Croce di Magliano gli alunni delle classi Prime hanno aderito al progetto Crocus, accogliendo la proposta della Fondazione irlandese per l’insegnamento sull’Olocausto, Holocaust Education Trust Ireland, in assonanza con le migliaia di scuole di tutta Europa.

I Crocus sono i fiori gialli che ricordano le stelle di David che gli Ebrei erano costretti a cucire sugli abiti durante il dominio nazista e che, nella prima fase del progetto, sono stati piantati per conservarne la Memoria. La seconda fase è consistita invece nella realizzazione di una attività didattica e operativa che ha promosso riflessioni e consapevolezza sul tema dell’Olocausto.

Le classi, nella prima fase del progetto, hanno acquisito i bulbi che la Fondazione ha provveduto a fornire alle scuole aderenti al progetto.

Le attività sono iniziate in autunno quando i bulbi sono stati piantati nel giardino antistante l’edificio scolastico, in memoria del milione e mezzo di bambini ebrei che morirono nell’Olocausto e delle migliaia di altri bambini che furono vittime delle atrocità naziste.

Nella seconda fase del progetto gli alunni hanno sviluppato un percorso di conoscenza ed approfondimento, necessario per la comprensione di un periodo di inaudita ed impensabile atrocità.

Proprio in corrispondenza del 27 gennaio, Giornata Mondiale della Memoria, i crocus hanno iniziato a far capolino nelle aiuole: nel corso della mattinata sono state svolte diverse attività presso l’Auditorium dell’Istituto, dove gli studenti delle classi prime hanno coinvolto tutte le altre classi del Liceo.

Gli alunni della sezione B hanno focalizzato la loro attenzione sulle numerose e diverse attività proposte dal progetto Crocus ed hanno realizzato un elaborato multimediale, presentato in power point con intento divulgativo.

Gli alunni della classe prima A hanno invece elaborato riflessioni sulla disabilità, intesa come diversità, divenendo essi stessi protagonisti di una rappresentazione teatrale, dove i pensieri hanno dato spazio all’espressione. Suggestiva è stata la performance, iniziata con i protagonisti in total look nero e i volti coperti da maschere bianche. La maschera cadeva dopo ogni pensiero espresso, lasciando spazio alla diversità di ciascun volto: “non siamo numeri, nè massa indistinta ed anonima, ma persone con proprie emozioni da amare e rispettare”.

La giornata è proseguita con la visione del docu-film: “La Stella di Andra e Tati” e l’intervista alle sorelle protagoniste del cartone; si è poi conclusa con un’attività di riflessione da parte degli studenti delle classi quinte ed un laboratorio tecnico espressivo.

L’intero progetto, svolto trasversalmente nell’ambito delle diverse discipline, ha visto il coinvolgimento dei docenti Pirci, Ricciardelli, Agostinelli, Camerino e Cruceli per la parte letteraria, con la collaborazione dei docenti di Scienze Silvestri e Mancini, nonché del prof. Mariano e della dott.ssa Iantomasi per l’integrazione. La dirigente scolastica prof.ssa Giovanna Fantetti ha evidenziato il valore della Memoria, ringraziando quanti hanno collaborato per la riuscita dell’iniziativa, esprimendo apprezzamento per gli obiettivi conseguiti.

 

 


 


 

 

 



© Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.   

disclaimer - privacy