Santa Croce di Magliano, lunedì 06 gennaio 2020

     

    Imposta come pagina iniziale  Aggiungi ai preferiti  Segnala ad un amico  Stampa  Translate in English

cronaca << 1/15 gennaio << 2020 << home

 

 

 

cronaca


La vittoria più bella
Il capitano della Turris, Stefano Caiola, salva la vita ad un dirigente del Guardialfiera, colpito da infarto e rianimato con il defibrillatore


 

"Salvare una vita è la vittoria più grande che ci sia".
Poche parole seguite da tre grandi cuori rossi. Così Stefano Caiola, 28 anni, capitano della Turris Santa Croce riassume quello che decisamente è stato il risultato più bello della sua vita, di sportivo e di uomo.
E' accaduto ieri pomeriggio, a Santa Croce di Magliano. Sono passati pochi minuti dalla fine dell'incontro Turris- Guardialfiera. All'improvviso il dirigente della squadra ospite Silvio Luciani, 64 anni, si accascia in terra. Il capitano della Turris e due suoi compagni di squadra non sono ancora andati negli spogliatoi. Si rendono subito conto che la situazione è grave. Corrono a prendere il defibrillatore in dotazione alla loro società. Stefano inizia a praticare le manovre salvavita. Una, due, tre, quattro, cinque volte, finchè il cuore di Luciani non riprende a battere.
Respira. E' vivo. Stefano lo ha salvato. "Te ne sarò grata a vita. Il mio papà è vivo grazie a te", scrive Filomena a Stefano commentando il suo post. "Filomena non sia che bel giorno oggi è per me", risponde Stefano. Silvio Luciani è stato trasportato in ospedale. Le sue condizioni non sono gravi.

fonte testo:

https://www.rainews.it/tgr/molise/articoli/2020/01/mol-salvataggio-infarto-calcio-28157ba5-a31e-47e6-a8ac-9639b9a06b98.html

 


 


 

 

 



© Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.   

disclaimer - privacy