Santa Croce di Magliano, lunedì 19 ottobre 2020

     

    Imposta come pagina iniziale  Aggiungi ai preferiti  Segnala ad un amico  Stampa  Translate in English

unesco << 16/31 ottobre << 2020 << home

 

 

 

tradizioni


Santa Croce di Magliano. I carri di Sant'Antonio di Padova tra i candidati a Patrimonio Culturale Immateriale dell'Unesco. Convegno di presentazione a Larino ed incontro dei carrieri in Chiesa Madre: progetto di Comunità per raggiungere il prestigioso obiettivo.


 

 

 

Il week-end appena trascorso si è chiuso con la presentazione di un progetto lungo e ambizioso, che interesserà il comune di Santa Croce di Magliano da qui ai prossimi anni: la festa del Santo Patrono, Sant'Antonio di Padova, venerato il 12 e il 13 giugno, caratterizzata dai carri votivi allestiti in suo onore, è candidata a diventare Patrimonio Immateriale dell'Umanità.

L'idea che parte dall'amministrazione comunale di Larino, è stata presentata ufficialmente venerdì 16 ottobre nell'ambito del convegno "San Pardo di Vendemmia" tenutosi in occasione dell'anniversario della morte del santo patrono della comunità frentana.

Larino è, infatti, il comune capo fila che vede oltre a Santa Croce di Magliano, altre municipalità basso-molisane e del resto d'Italia consorziate al circuito di candidatura, accomunate dall'utilizzo dei "carro" come elemento devozionale nelle celebrazioni dei Santi Patroni.

Coordinatrice scientifica del progetto l'antropologa Letizia Bindi, con la supervisione della responsabile del Ministero dei Beni culturali per la candidatura Unesco, la dott.ssa Elena Sinibaldi.

L'amministrazione comunale di Santa Croce di Magliano ha mostrato da subito interesse e compiacimento verso il progetto in questione.
L'adesione avvenuta già nelle passate settimane, ha visto la firma della manifestazione d'interesse da parte del sindaco Alberto Florio, del parrocco Don Costantino Di Pietrantonio e dei carrieri, custodi e portatori della tradizione, in cui è acclusa la definizione generale del bene.

VIDEO SERVIZIO DI TELEMOLISE
https://www.youtube.com/watch?v=NsUDEShz8nM

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 18 ottobre, dopo la messa delle 18.00 in Chiesa Madre, i carrieri di Sant'Antonio hanno partecipato a un incontro di presentazione e confronto, in merito al percorso di candidatura Unesco, alla presenza degli amministratori Pierluigi di Tommaso (vice sindaco) e Giuliana Petruccelli (consigliere con delega alla cultura), dei rappresentanti della Pro Loco Quattro Torri e del Comitato Festa della Parrocchia; l'incontro si è concluso con un momento di preghiera presenziato dal parroco.

Regina Cosco, referente della Comunità di pratica festiva ha illustrato il progetto ai presenti, rimarcando il forte attaccamento a simile tradizione da parte di tutti i carrieri:
 
"la strada verso la patrimonializzazione è complessa e delicata, la comunicazione e la coesione sono fondamentali, ma ora più che mai i carrieri, mostreranno di essere un gruppo compatto, uniti nella devozione al Santo Patrono, chiosando con la frase che dà sempre gli rappresenta,

W Sant'Antonio"

Regina Cosco / Bario

 

 

 


 


 

 

 



© Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.   

disclaimer - privacy