Santa Croce di Magliano, mercoledì 17 febbraio 2021

     

    Imposta come pagina iniziale  Aggiungi ai preferiti  Segnala ad un amico  Stampa  Translate in English

quarantana << 16/28 febbraio << 2021 << home

 

 

 

tradizioni


Quarantana quarantena. La voce di una tradizione anti covid - 19


 

Santa Croce di Magliano. In vetrina sicuramente una delle tradizioni più singolari e meno conosciute della cultura popolare santacrocese. Al centro dell'attenzione l'immagine strana della Quarantana che sale in cattedra dopo l'ultimo giorno di Carnevale.

Presso l'Archivio della Casa Editrice Lampo di Campobasso fa bella mostra di sé una graziosissima cartellina. Che contiene, appunto, una litografia d'arte sulla Quarantana, durante la pandemia causata dalla diffusione del Coronavirus.
L'immagine umoristica è stata disegnata da Giovanni Mucci, vignettista santacrocese. La vis espressiva dell'autore esalta la filosofia di questa enigmatica figura della tradizione santacrocese. Tra un balcone e una finestra, per quaranta giorni, fino all'arrivo della Pasqua, questa stranissima e goffa vecchina, sospesa ad un filo, con ai piedi una patata infilzata da sette penne, annuncia la sua funzione. Oggi il suo nuovo look ha a che fare con il giro diabolico e inatteso del coronavirus. Con tanto di cartello, amuchina, guanti e mascherina, dopo la pandemia più triste, annuncia gli antidoti necessari per debellare il contagio imperante del Covid-19. Il cestino dei viveri, che porta in braccio, deve soddisfare i bisogni alimentari da consumare a casa durante il periodo della quarantena. L'aringa, in questo caso, non è più il simbolo dell'astinenza, come vuole lo spirito del periodo quaresimale. Il tema umoristico di Giovanni Mucci, pertanto, mette a fuoco uno stile comportamentale decisamente attuale.

La litografia è accompagnata da una composizione poetica sul la vecchina tratta dal libro "Versi in quarantena" di Luigi Pizzuto. Una voce forte, quindi, con rigore, dall'alto del contesto ambientale lancia un messaggio che ognuno deve abbracciare. Nel paese delle bambole, dove la personificazione si affaccia in ogni angolo, la Quarantana di Santa Croce di Magliano sussurra un ritornello che viene da lontano: "Quarantana quarantena. Qui in Cielo vivo bene per aver preso a tutto campo ogni debita distanza". Improvvisamente trionfa, tra non poca curiosità, il richiamo didascalico dell'iniziativa. Riecheggia silente nei cassetti della memoria.
Grazie a Gino Palladino. Nel tempo. Tra non poche fonti d'archivio.

di Luigi Pizzuto

 

 

 


 


 

 

 



© Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.   

disclaimer - privacy