Pagina pubblicata su www.santacroceonline.com

Feste popolari - la "Pasquetta"


 

La Pasquetta è un canto tradizionale che s'intona la sera del 5 gennaio di ogni anno quando, diversi gruppi di amici, muniti di fisarmoniche, chitarre, bufù e strumenti arrangiati, girano per le vie del paese cantando e ballando. 
La consuetudine vuole che essi siamo ricompensati con un "dono", magari prodotti tipici locali (salsicce, formaggi, vino ecc.)
Ad importare questa usanza nel nostro paese pare sia stato un abitante di Serracapriola ( paese in cui il canto costituiva una tradizione centenaria ) tale Raffaele Mercurio Corrado, sposato con la santacrocese Ernestina Amodio.
Intorno agli anni '20, il Corrado presentò questa canzone ad un gruppo di musicisti locali che la riproponevano con entusiasmo, mantenendone fedelmente la musica e il testo originale.
Successivamente il testo originale di Serracapriola venne rielaborato dai Fratelli Amodio nel 1930 (in basso pubblichiamo il manoscritto originale). Tale testo è cantato ancora oggi.
Negli anni '60 e '70 l'usanza della Pasquetta subì un notevole calo di interesse, rischiando quasi di scomparire. A rinvigorire la tradizione ci hanno pensato le A.C.L.I., organizzando la Pasquetta (prima edizione nel 1981) e incentivando i gruppi con premi e riconoscimenti. 
Dal 2001, su iniziativa della Pro-Loco "Quattro Torri", la festa comincia con il "Pasquettone", il raduno collettivo di tutti i gruppi in piazza Crapsi.
Attualmente il 5 gennaio costituisce un appuntamento immancabile nella cultura popolare santacrocese, radicato nelle diverse generazioni, vecchie e nuove.
Da sempre la Pasquetta ha attirato l'interesse di studiosi di tradizioni popolari ( vedi report del convegno del dicembre 2012 )

A partire dal 2016 si è cercato di dare alla Pasquetta una valenza regionale ed interregionale con le esibizioni e i gemellaggi a Campobasso, Termoli e Gambatesa, dove è in vigore la simil tradizione delle Maitunate.

 

Foto storiche della Pasquetta

ingrandisci

Una foto del 1929. Si riconoscono il maestro Pasquale Miozza (violino), Antonio Paladino (violino), Pasquale Petti (violino), Carlo Rosati (contrabbasso), Matteo Petti (chitarra), Ferdinando Camillo (clarinetto)

 

ingrandisci ingrandisci ingrandisci ingrandisci
ingrandisci ingrandisci ingrandisci ingrandisci

foto degli anni '80-'90

 

 

Le foto della "PASQUETTA" su SantaCroceOnLine

 

edizione 2002 | edizione 2003 | edizione 2004 | edizione 2005 | edizione 2006 | edizione 2007

 

edizione 2008 | edizione 2009 | edizione 2010 | edizione 2011 | edizione 2012 | edizione 2013

 

edizione 2014 | edizione 2015 | edizione 2016 | edizione 2017

 


 

LA PASQUETTA A SERRACAPRIOLA (FG) 

il testo della Pasquetta a Serracapriola che si canta da oltre cento anni il 5 gennaio di ogni anno.

1) BUONA SERA NOI QUI SIAMO  LIETE NUOVE VI PORTIAMO 
CHE DOMANI E' LA PASQUETTA  SIA SANTA E BENEDETTA.

2) LA PASQUETTA CHE VUOL DIRE  IL SIGNOR CE LA PARIA 
LA PARIA COI RE MAGI  CON TRECENTOMILA BACI. 

3) E CHI ERANO I TRE SAPIENTI  CHE VENIVANO DALL' ORIENTE 
CAMMINAVANO PER LA VIA  S' INCONTRAVANO IN COMPAGNIA.

4) QUELLA SANTA COMPAGNIA  CHE ALLEGREZZA PER LA VIA 
E DICEVANO TRA DI LORO  CH'ERA NATO IL REDENTORE. 

5) UNA LUCE E UNA STELLA  LUMINOSA CHIARA E BELLA 
ARRIVAVA IN UN CERTO LOCO  SI FERMAVA LA STELLA UN POCO.

6) SAN GIUSEPPE VECCHIERELLO  CON IL BUE E L'ASINELLO
E CANTAVA CON AMORE  CH' ERA NATO IL SUO FIGLIOL. 

7) QUANDO E' NATO GESU' CRISTO  IN QUELL'ORA E IN QUELLA VISTA 
ERA IL SEGNO CHE ANDAVA IN CIELO  ERA LUME PIU' CHE VERO. 

8) LA BEFANA VIEN DI NOTTE  CON LE SCARPE TUTTE ROTTE 
MENTRE NOI UN DON VOGLIAMO  ALTRIMENTI NON PARTIAMO . 

9) SE CONTENTI CI VOLETE  UN DOLCETTO CI DARETE
MENTRE NOI LO RIPETIAMO  BUONA PASQUA E CE NE ANDIAMO. 

STAVANO ALLEGRI GLI UCCELLI A CANTAR GESU' BAMBINO DAL CIELO CALA' ! ! !

 

PASQUETTA A SANTA CROCE DI MAGLIANO

il testo della Pasquetta a Santa Croce di Magliano, derivante da quello di Serracapriola, riveduto dai fratelli Amodio negli anni '30 ( a lato le due pagine manoscritte originali )

1) BUONA SERA E NOI VENIAMO, LIETA NUOVA VI PORTIAMO
CHE DOMANI E' LA PASQUETTA CHE SIA SANTA E BENEDETTA.

2) RALLEGRIAMO I NOSTRI CUORI, CON DEI CANTI SI SONORI
VANNO GLI ANGELI CANTANDO, I PASTORI FESTEGGIANDO.

3) VANNO DICENDO PER LA VIA CHE E' GIA NATO IL RE MESSIA,
I TRE RE DELL'ORIENTE SI PARTIRONO ALLEGRAMENTE.

4) ERAN QUESTI TRE SAPIENTI, DI PAESI DIFFERENTI,
MA DINANZI A QUEL MISTERO S'ACCORDAVA IL LOR PENSIERO. 

5) GRANDE STELLA RIFULGEVA, PER LA VIA SI DIRIGEVA,
MA ARRIVATA A UN TAL LOCO SI FERMÒ LA STELLA UN POCO. 

6) SI FERMÒ LA GRANDE STELLA, SULLA ROZZA CAPANNELLA,
ONDE I MAGI IN LORO CORE ESCLAMARON "QUI V'È IL SIGNORE". 

7) NEL VEDERE IL PARGOLETTO, IN QUEL UMILE RICETTO,
CHE COMMOSSI RESTAN TANTO CHE PRORUPPERO IN GRAN PIANTO. 

8) E CHINANDO A TERRA I VOLTI, L'ADORARONO RACCOLTI,
POI GLI OFFRIRON UN GRAN TESORO CHE ERA INCENSO MIRRA E ORO. 

9) ADORATO IL BAMBINO, SI RIMISERO IN CAMMINO,
PER SFUGGIR L'IRA D'ERODE CHE ERA RE D'INGANNO E FRODE. 

10) ECCO IL CANTO E TERMINATO, E A NOI NULLA AVETE DATO,
DATE A NOI UN GALLINACCIO O SALSICCIA O SANGUINACCIO. 

11) O CI DATE UN BICCHIERINO, DI VERMOUTH 0 DI BUON VINO,
DATE A NOI I MACCHERONI CHE PER NOI SON MOLTO BUONI.

12) O PROSCIUTTO O MORTADELLA, O BUON CACIO O SCAMORZELLA,
ANCHE NOI UN DON VOGLIAMO ALTRIMENTI NON PARTIAMO.

13) MA SE ORA NON POTETE DOMATTINA CE LO DARETE,
MENTRE NOI VI AUGURIAMO BUONA PASQUA E CE NE ANDIAMO.

 

manoscritto1.gif (22700 byte)
pagina1

manoscritto2.gif (21040 byte)
pagina 2

 

Si ringrazia il Circolo A.C.L.I. | Le foto sono state fornite dal professor Gaetano Di Stefano e da Antonio Martino

 

 



© Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.   

disclaimer