www.santacroceonline.com | Turris Santa Croce

NOTIZIE

|

SOCIETA'

|

SQUADRA

|

FOTOGRAFIE

|

CAMPIONATO

|

COPPA ITALIA

|

GIOVANILI



 gara 7 << andata << campionato <<

FOTO PARTITA

-----------------

la partite della
Turris Santa Croce


ANDATA

statistiche

------------------------

IL PROSSIMO
AVVERSARIO

FRENTANA LARINO

 

------------------------

 

CAMPIONATO

 

risultati

 

classifica

 

marcatori

 

| sala stampa |

 

 

 

 

lupi molinaro

Campionato di Eccellenza
stagione 2011/2012
7^ Giornata

sabato 22 ottobre
ore 15.00

 + 12

Campobasso (CB)
Antistadio Selvapiana

 

LUPI MOLINARO - TURRIS 2-5

Marcatori: Iezzi (T) 13', Brancaccio (T) 36', Paolantonio (L) 43', Brancaccio (T) rig. 48', Maragno (T) 51', Raffa (T) 56', Vinciguerra (L) 86'.

 Lupi M: Magnifico, Marinelli (81' Fierro), Galati; Celato, Di Lallo, Paolantonio; N. Magnotta, Vinciguerra, Paduano (59' V. Magnotta), Mancini, Del Zingaro (65' Pistilli). Allenatore: Barometro (A disposizione: D'Angelo, Pulla, Camarda, Paranza)

 Turris: Micale, Sarnacchiaro (9' Lo Mele), Licursi; Laudiero, Ianniciello, Spagnuolo; Raffa, Minari, Brancaccio, Maragno, Iezzi (66' Troise, 74' Befi). Allenatore: Mancano (non presente in panchina) (A disposizione: Donatelli, Fusco, Di Fiore, Tramontana)

Arbitro: Di Giovanni (Isernia) Assistenti: Petrillo e Maratea

Ammoniti: Maragno, Spagnuolo, Licursi, Laudiero (T) 

Espulsi doppia ammonizione: Paolantonio (LP) al 64'

Espulsione diretta: ---

Note: ---

 

 

COSI IN CAMPO

 

 

 TURRIS SANTA CROCE 

 

 

 LUPI MOLINARO 

 

 Micale 

 

 

 Ianniciello 

 Spagnuolo 

 

 Sarnacchiaro 

 Licursi 

 

 

 Minari 

 Laudiero 

 Maragno 

 

 

 Raffa 


 Brancaccio
 

 Iezzi 

 

 

 

 Vinciguerra 

 Paduano 

 

 Del Zingaro 

 Magnotta 

 

 Celato 

 Mancini 

 

 Galati 

 Marinelli 

 

 Di Lallo 

 Paolantonio 

 

 Magnifico 

 

 

RASSEGNA STAMPA


CAMPOBASSO. Una cinquina pesante che fa davvero male ai Lupi Molinaro che sono stati superati da una Turris spietata e cinica che ha sfruttato al meglio le cinque occasioni create nell’intero arco dell’incontro. Ai campobassani vanno i complimenti per la prestazione che si mescolano alle recriminazioni verso la direzione di gara del signor Di Giovanni contestato da pubblico e squadra di casa per la mancata concessione di due rigori. Episodi che, chiaramente, hanno condizionato pesantemente l’esito della contesa che ha avuto nei primi quarantacinque minuti il suo clou spettacolare.
La Turris, giunta nel capoluogo senza il tecnico Mancano colpito da infarto nei giorni scorsi, presenta immediatamente il suo ultimo acquisto, Massimiliano Iezzi, un passato nelle fila, tra l’altro, di Parma, Benevento e WBA. Le premesse per uno spettacolo di tal nome ci sono tutte.
I locali partono immediatamente con il vento in poppa. Al 4’ Mancini sfiora il palo con una conclusione dai venti metri. Più clamorosa la chance che capita all’8’ sui piedi di Paduano che, dopo aver superato in uscita Micale, si vede rimpallato sulla linea il suo tiro destinato a terminare la propria corsa in fondo al sacco.
Gli ospiti, però, sono guardinghi ed alla prima occasione passano. Quando corre il 14’ Iezzi recupera palla sulla sinistra. Il dialogo con Brancaccio è sin troppo facile e per il numero undici è un gioco da ragazzi battere da dentro l’area con un diagonale secco il portiere Magnifico. La rete non stordisce i Lupi che, però, rischiano grosso al 16’ quando un colpo di testa di Raffa, imbeccato sempre da Iezzi, sfiora l’incrocio dei pali. Scampato il punto del ko, i ragazzi di Barometro si organizzano ed al 20’ gridano al rigore. Vinciguerra viene steso appena dentro l’area da Licursi. Sembrerebbe rigore, ma il direttore di gara su segnalazione del collaboratore di linea fischia una punizione appena fuori dall’area tra lo sconcerto generale dei presenti. Sul susseguente calcio da fermo, disegnato con una pennellata dallo stesso Vinciguerra, è Di Lallo a battere di testa a colpo sicuro da meno di tre metri dalla porta. Micale, però, sembra Peter Shilton ai tempi d’oro del Notthingam Forest e gli nega un gol fatto con una parata che vale un gol. Al 24’ Vinciguerra ci prova su punizione, ma in maniera efficace Micale gli risponde picche. Dieci minuti più tardi lo stesso numero otto ci riprova, sempre da fermo, ma la mira è imprecisa. Sul rovesciamento di fronte, si materializza il raddoppio ed una nuova doccia fredda per i Lupi Molinaro. Marra lancia sulla sinistra Laudiero che scodella in mezzo per Brancaccio che dentro l’area ha tutto il tempo di agganciare il pallone, metterselo sul sinistro e scagliare un proiettile su cui Magnifico non è propriamente perfetto. Il tutto con la difesa immobile! Una botta di queste proporzioni potrebbe mettere a sedere un toro, ma i Lupi Molinaro non si scompongono e continuano a creare. Al 43’ Vinciguerra imbuca per Paduano che si trova solo davanti al portiere che viene superato in velocità. Il gol pare cosa fatta, ma proprio al momento del tiro Spagnuolo salva la porta con un intervento disperato. Dal calcio d’angolo conseguente c’è un errore di Micale che mette nelle condizioni Del Zingaro di battere a rete a porta vuota. Qui accade di tutto. Sul tiro della punta c’è molto probabilmente un braccio galeotto ed un conseguente salvataggio di un difensore oltre la fatidica linea bianca. Di Giovanni non vede il presunto fallo e neanche il gol e concede solo un corner. La panchina di casa sembra il Maracanà e il dirigente Di Paolo viene espulso, così da fare compagnia a Peppe Adamo già colpito con la medesima sanzione dopo il mancato rigore non concesso per il fallo già descritto in precedenza su Vinciguerra. Gli animi sono accesi. Dall’angolo che ne scaturisce, Paolantonio prende l’ascensore e da buon difensore di stampo inglese dimezza lo svantaggio.
Nella ripresa tutti si aspettano la rimonta dei padroni di casa, ma è la Turris a chiudere da subito i conti. Al 49’ Galati va a vuoto mettendo Iezzi nelle condizioni di servire Brancaccio che è steso in area da Paolantonio. Rigore solare e cartellino giallo sacrosanto per il difensore locale. Dal dischetto si presenta lo stesso Brancaccio che fa tris. Centoventi secondi più tardi è Marinelli a bucare. Raffa ne approfitta, scodellando un pallone alla crema per Maragno che, dopo essersi fatto respingere il primo tiro da Magnifico, buca il portiere con una botta sotto la traversa. I titoli di coda sono ormai cosa scritta e lo si capisce ancora di più al 56’ quando Raffa, su suggerimento di Brancaccio, definisce nei suoi contorni la cinquina. Quando Paolantonio si becca al 60’ il secondo giallo, è Barometro ad andare su tutte le furie. Conseguenza? Espulsione anche per lui e conseguente nuova visita sugli spalti dell’Antistadio per l’ex Casertana. Il resto del secondo tempo, a questo punto, conta poco. Al 67’ Magnifico si salva con il piede sul solito Raffa, mentre all’82’ è Donato Vinciguerra a realizzare il secondo gol per la sua squadra che sa tanto di brodino caldo.
Dalla serie vince chi segna e non chi è bello e non la mette dentro. La Turris conferma questo motto e lancia un messaggio al campionato. Tra le pretendenti al successo finale, la squadra di Santa Croce, dopo questo pomeriggio, entra di diritto. Il Termoli è avvisato. 
fonte: Primo Piano Molise, 23/10/2011

--------------------------------------------

Nel leggere il risultato il lettore comprende che tra i Lupi e la Turris non c’è stata storia, invece la gara è stata entusiasmante ed equilibrata fino ai sette minuti di amnesia totale della squadra campobassana, che sotto di un gol nel primo tempo, è rientrata in campo vogliosa di riequilibrare subito la partita.
Errore di valutazione dei ragazzi di Barometro dimenticando che di fronte avevano una delle aspiranti per la vittoria finale. Ma andiamo con ordine. La squadra santacrocese si presenta con Iezzi, ultimo arrivo in casa biancoceleste, ma senza il suo allenatore assente per malattia, voci sugli spalti danno Francesco Farina come possibile rimpiazzo per il prolungarsi della malattia di Mancano.
Lo scacchiere della Turris non trova modifiche se non l’inserimento di Iezzi sulla sponda sinistra. Barometro mantiene in essere una squadra molto affollata a centrocampo con Del Zingaro e Vinciguerra in appoggio al centrale d’attacco Paduano. In sostanza le due squadre mostrano, fin dalle prime battute, il desiderio di superarsi e si affrontano senza timori reverenziali. I Lupi affondano subito con Mancini che dal limite cerca d’intimorire il portiere Micale. Si aspetta la reazione corale della Turris, invece è la squadra campobassana a rendersi pericolosa con Paduano che manca di un soffio il gol: respinta sulla linea di Spagnuolo. Ci vogliono 15minuti per vedere il primo lampo della Turris: doppio scambio sulla sinistra Iezzi-Maragno-Iezzi e palla alle spalle di Magnifico. Gol punitivo per la formazione di Barometro che fino ad allora aveva mantenuto il campo da veterana, tant’è che riparte a testa bassa illuminata da Vinciguerra: Paduano non vede la porta solo davanti al portiere. Che la squadra campobassana non fosse alleata con la fortuna si era capito in questi primi scampoli di gara, e la conferma arriva la 25minuto quando Brancaccio dal limite calcia senza pretese, ma la sfera si spegne alle spalle del portiere campobassano complice la deviazione del difensore. Cinque giri di lancette e c’è il giallo del gol non convalidato dal direttore di gara: errore dell’assistente che si ripete su fallo da tergo su Vinciguerra sulla linea dell’area. In una manciata di minuti i Lupi Molinaro potevano accorciare le distanze e rimettere in discussione il risultato anche con Di Lallo che di testa colpisce indisturbato davanti alla porta, ma il giovane portiere gli nega la gioia del gol. Il gol è rimandato di li a poco: Del Zingaro dalla bandierina e Paolantonio con uno stacco superbo colpisce di testa e lascia di sasso la difesa e il portiere della Turris. Finisce qui la prima frazione di gioco, bella, divertente e interessante sotto il profilo tecnico.
Alla ripresa delle ostilità qualcosa non funziona nella testa dei ragazzi della squadra campobassana, che si porta sulla trequarti di campo in modo scriteriata e lascia spazio per le incursioni sulle fasce di Iezzi e Raffa, in sette minuti buttano all’aria tutto ciò che avevano fatto di buono fino ad allora. Fallo ingenuo di Paolantonio che favorisce il tiro libero di Brancaccio. Poi si lascia solo Raffa che inventa l’assist per Maragno e, infine lo stesso Raffa fa tutto da solo. In una situazione simile, gli errori fanno la differenza e così la Turris mostra il proprio volto: squadra cinica che non perdona. Una partita quasi perfetta per i Lupi macchiata da un vuoto mentale che non può permettersi davanti ad una Turris che fino ad allora aveva varcata la zona mediana campobassana per due volte, lasciando il segno in entrambi i casi. Sul 5 a 1 anche la formazione santacrocese allenta il ritmo, la squadra di Barometro cerca di rialzare la testa con Vinciguerra, l’ultimo gladiatore ad arrendersi, fino a colpire nel segno coronando la magnifica prestazione con il gol. Una partita difficile da dimenticare per i Lupi Molinaro, che esce consapevole di aver perso l’opportunità di qualche punticino, ma di aver giocato una sfida (quasi) impossibile.
fonte: Il Quotidiano del Molise, 23/10/2011

 

Precedenti con l'arbitro | DI GIOVANNI | di | ISERNIA


  • Promozione 2007/2008, 23/09/2007: Turris - Pro Cercemaggiore 1-2

  • Promozione 2007/2008, 11/11/2007: Roccasicura - Turris 0-1

  • Promozione 2007/2008, 02/12/2007: Turris - Cliternina 0-0

  • Promozione 2007/2008, 02/03/2008: Turris - Miletto 0-0

  • Promozione 2007/2008, 06/04/2008: Turris - Virtus M. Santangiolese 3-0

  • Eccellenza 2008/2009, 05/10/2008: Turris - Campobasso 1919 0-1

  • Eccellenza 2008/2009, 21/12/2008: Petacciato - Turris 3-0

  • Eccellenza 2008/2009, 08/02/2009: Turris - Termoli 0-0

  • Eccellenza 2010/2011, 21/11/2010: Oratoriana Limosano - Turris 0-1

 

Precedenti con | LUPI MOLINARO | a | CAMPOBASSO


  • nessuno

 

 

 

 

 


gara 7 << andata << campionato



© Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.