Santa Croce di Magliano, sabato 29 dicembre 2012

     

    Imposta come pagina iniziale  Aggiungi ai preferiti  Segnala ad un amico  Stampa  Translate in English

presentazione dvd << 16/31 dicembre << 2012 << home

 

 

 

tradizioni


Presentazione del DVD: "La Pasquetta di Santa Croce"


 

 

 

Una sala consiliare divertita ed affollata. È stata offerta questa bellissima immagine ieri sera, venerdì 28 dicembre a Santa Croce di Magliano, in occasione della presentazione del DVD "La Pasquetta di Santa Croce" organizzato dall'associazione culturale "R. Capriglione" ed il Circolo ACLI Sant'Antonio.

L'evento è stato dedicato alla memoria di don Antonio Ferreri, Esterina Donatelli, Vincenzo Sebastiano e dell'artista santacrocese Pietro Mastrangelo scomparso di recente: La scomparsa di "zio" Pietro lascia un vuoto incolmabile a Santa Croce - ha affermato Giovanni Gianfelice - le sue bellissime poesie, i suoi bozzetti, i suoi quadri presenti in tutte le nostre case testimonieranno alle future generazioni scenette genuine di vita contadina, di storia, di tradizioni, di cultura e di semplicità che tutti gli abbiamo sempre riconosciuto e gli riconosceremo durante il percorso della nostra vita, traendone facile esempio di saggezza ed umiltà da imitare nelle nostre azioni quotidiane.

 Il convegno ha visto gli articolati interventi di Giovanni Gianfelice, dell'associazione "Capriglione" nonché ex sindaco di Santa Croce, dello storico torese Giovanni Mascia che ha illustrato una accurata ricostruzione storiografica del significato di Pasquetta, del musicista Leo Quartieri, direttore della locale scuola di musica che da anni opera con successo sul territorio formando giovani capaci, ed infine il saluto del referente provinciale ACLI, Guido Faonte.

Proiettate sullo sfondo le bellissime immagini di centinaia di giovani che ogni anno, la sera del 5 gennaio, muniti dei più svariati strumenti musicali, intonano per le fredde vie del paese, il canto tradizionale della "serenata" della Pasquetta.

La consuetudine, hanno più volte ribadito i relatori, vuole che gli infreddoliti cantori siano ricompensati con un dono,solitamente prodotti tipici locali. Merito per aver importato questa usanza nel nostro paese va a Raffaele Mercurio Corrado, abitante di Serracapriola sposato con la santacrocese Ernestina Amodio.
Intorno agli anni '20, il Corrado presento questa canzone ad un vivace e giovane gruppo di musicisti locali che da allora iniziarono a riproporla con entusiasmo mantenendo originale il testo originale e la musica. Presto però il testo originale giunto da Serracapriola, in cui il canto costituisce una tradizione centenaria, venne rielaborato dai fratelli santacrocesi Amodio nel 1930.

 Negli anni '60 e '70 l'usanza subì un notevole calo di interesse rischiando di scomparire; fino ad arrivare al 1981, quando le ACLI, organizzando la prima edizione della Pasquetta, riuscirono a rinvigorire la tradizione incentivando i gruppi con premi e riconoscimenti. Dal 2001, su iniziativa della Pro Loco "Quattro Torri", la festa inizia con il "Pasquettone", raduno collettivo di tutti i gruppi partecipanti in piazza Crapsi.

Più volte durante l'incontro, che ha visto una massiccia partecipazione di cittadini, si è messa a fuoco l'importanza dell'associazionismo a Santa Croce che ha permesso di recuperare usanze che la modernità rischiava di far scomparire tra l'indifferenza e l'amaro ricordo.

Dopo la consegna delle targhe alle famiglie degli amici ai quali è stato dedicata la presentazione del DVD, i presenti sono stati salutati attraverso l'esibizione degli alunni della scuola di musica santacrocese che, muniti di fisarmoniche, hanno intonato il canto della Pasquetta aspettando con ansia il 5 gennaio.

ASSOCIAZIONE "RAFFAELE CAPRIGLIONE"
CIRCOLO ACLI "SANT'ANTONIO"

 

     

 

   

 

 

 


LE FOTO BY FOTOVIDEOTRASMUNDI


 

 

 

 



© Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.   

disclaimer