Santa Croce di Magliano, mercoledì 18 gennaio 2012

     

    Imposta come pagina iniziale  Aggiungi ai preferiti  Segnala ad un amico  Stampa  Translate in English

vincenzo cosco << 16/31 gennaio << 2012 << home

 

 

 

calcio


Vincenzo Cosco nuovo allenatore dell'Andria


 

Vincenzo Cosco nuovo allenatore dell’Andria Bat.
Il tecnico molisano arriva sulla panchina della società biancazzurra nel giorno in cui il tecnico che ha guidato la squadra fino ad oggi Giuseppe Di Meo ha rassegnato le dimissioni insieme al suo vice Luigi Sassanelli.
Il cambio di panchina arriva in un momento delicato della stagione con l’Andria chiamata domani al terzo turno della fase finale di Coppa Italia contro il Catanzaro mentre domenica c’è l’atteso derby contro il Barletta al Degli Ulivi.
Cosco, molisano di Santa Croce di Magliano, che pochi giorni fa ha compiuto 48 anni, torna in panchina dopo che in questa stagione non è stato confermato alla guida del Campobasso. Nella sua carriera ha allenato formazioni come Pro Patria, Gela, Paganese, Sopron (Ungheria), Val di Sangro, Pro Vasto, Bojano e Termoli.
Collaboratore personale del mister sarà Carmelo Gioffrè mentre Gianfranco Degli Schiavi resterà preparatore dei portieri e allenatore in seconda.

fonte: www.domaniandriese.it | a lato il comunicato ufficiale della Società



Cosco neo-trainer dell’Andria:
“La soddisfazione è doppia, alleno in C1 senza sponsor

di GIUSEPPE FORMATO, Primo Piano Molise

CAMPOBASSO. Lo Special Wolf torna in pista. E lo fa in una piazza calda. Quelle che piacciono a lui, Vincenzo Cosco da Santa Croce di Magliano. L’allenatore molisano, che l’anno scorso ha guidato il Campobasso in Seconda divisione, dopo aver atteso qualche mese è tornato in panchina. L’Andria, club di Prima divisione (l’ex serie C1), lo ha scelto per il post Di Meo. L’ex allenatore della Pro Vasto che si è dimesso dopo un cammino deludente rispetto alle aspettative iniziali. L’Andria, infatti, nel girone B di Prima divisione è terz’ultimo in classifica con didiciassette punti in diciannove incontri, frutto di tre successi, otto pareggi e otto ko. Fatali a Di Meo, che ci ha pensato su a lungo prima di dimettersi, le ultime due sconfitte contro La Spezia e Cremonese con il successo che manca da ben sei turni con appena due punti in questo filotto di incontri senza vincere. Il presidente dell’Andria, Riccardo Fusiello, ha quindi puntato sull’allenatore molisano con Cosco che è un vecchio pallino del patron del sodalizio biancoazzurro.
Con Cosco ci sarà Carmelo Gioffrè, bojanese d’adozione che con lo Special Wolf ha condiviso alcune esperienze quando era ancora un calciatore. Gioffrè fungerà da collaboratore personale e con loro ci sarà il preparatore dei portieri e allenatore in seconda Gianfranco Degli Schiavi. L’Andria, considerando il momento delicato cui sta attraversando e in vista del sentitissimo derby di domenica contro il Barletta (fischio di inizio alle ore 18), trascorrerà la settimana in ritiro e Cosco ha convinto la dirigenza pugliese a far sostare la squadra in Molise.
L’Andria avrà la sede logistica a San Salvo, ma si allenerà al ‘De Santis’ di Montenero ed è probabile che la squadra locale possa fungere da sparring partner per i pugliesi di Vincenzo Cosco, che farà sostenere ai suoi ragazzi doppie sedute di allenamento sino a venerdì. Sabato mattina la rifinitura, prima del ritorno ad Andria, quando quando la squadra inizierà il ritiro prepartita. Nella lunga e convulsa giornata, siamo riusciti a rintracciare mister Cosco, che ci ha rilasciato la sua prima intervista da allenatore dell’Andria Bat.

“Sono contento – ha affermato lo Special Wolf molisano – ma sento anche la responsabilità di questa esperienza. Torno in Prima divisione dopo l’avventura alla Pro Patria nel 2009/2010 e lo faccio, ovviamente, con tutta la consapevolezza dell’importanza e del blasone della piazza. L’obiettivo è la salvezza e cercherò di mettere in campo tutta la mia esperienza per consentire all’Andria di conservare la categoria in un campionato dove ci sono piazze importanti del panorama calcistico nazionale”.
L’ultima panchina di Cosco è datata 8 maggio 2011 in Avellino-Campobasso. Arrivati al 17 gennaio, si aspettava una chiamata? “Più che altro ci speravo. Sono doppiamente soddisfatto, perché questa chiamata all’Andria è arrivata in un periodo particolare. Gli allenatori portano gli sponsor, hanno in appoggio il politico di turno. Invece la maggiore soddisfazione è che l’Andria ha scelto me soltanto per il mio curriculum, per le mie referenze. Ormai sono poche le società che premiano la meritocrazia. Essere stato scelto in un contesto del genere non può che essere per il sottoscritto un motivo di vanto e compiacenza”.
La linea telefonica di Cosco è stata presa d’assalto? “Ho ricevuto tanti sms e tante telefonate. Approfitto di questa intervista per ringraziare tutti coloro che mi hanno pensato e mi hanno augurato buona fortuna. Vuol dire che in Molise gli appassionati di calcio mi vogliono bene e questo per me è molto gratificante”. Ora, però, soltanto il campo. “Da domani mattina (stamattina, ndr) mi metterò al lavoro per ben figurare con l’Andria Bat. Il mio è un duplice obiettivo: condurre alla salvezza questo club e portare in alto il nome del nostro Molise”.



Vincenzo Cosco è il nuovo allenatore dell'Andria Bat.

Il club pugliese, terz'ultimo nel girone B con 17 punti in 19 partite (un pareggio e quattro sconfitte nelle ultime cinque gare), ha accettato le dimissioni del tecnico Pino Di Meo e ha puntato sull'allenatore molisano, con il quale aveva già avuto contatti in passato. Per lui un debutto di fuoco: la sua nuova squadra è attesa domenica dal 'derbyssimo' con il Barletta. In rosa tra gli altri Gaetano Manco, ex del Campobasso, Andrea Paolucci, nipote di Silvio (che però dovrebbe partire a breve, per sbarcare in B a Cittadella), e Mattia Evangelisti, figlio di Luca.

Il tecnico di Santa Croce di Magliano, che pochi giorni fa ha compiuto 48 anni, torna ad allenare dopo la mancata riconferma alla guida del Campobasso, dove pure aveva lavorato bene. Nella sua carriera ha guidato anche Pro Patria, Gela, Paganese, Sopron (Ungheria), Val di Sangro, Pro Vasto, Bojano, Turris e Termoli. In molte di queste tappe è stato seguito da Carmelino Gioffrè, che collaborerà con lui anche in questa circostanza.

www.primapaginamolise.com


RIECCOLO in pista, l’allenatore molisano Vincenzo Cosco, nuovo tecnico da ieri dell’Andria (prima divisione, girone [B)] in sostituzione dell’ex vastese Pino Di Meo. Per il tecnico 48enne di Santa Croce di Magliano una nuova stimolante opportunità professionale in Puglia alla guida dei biancoazzurri, domenica scorsa sconfitti di misura a Cremona (0-1) e reduci da un periodo tutt’altro che brillante. La legge del calcio, fuori uno, dentro un altro. Cosco, messo alla porta dal “suo” Campobasso, in sostanza giudicato non idoneo da Coscia e da Capone per la seconda divisione, rientra alla grandissima, salendo di categoria. Il contatto già c’era stato qualche settimana fa, gli avevano detto di tenersi pronto. Per scaramanzia il buon Vincenzo ne aveva parlato, quasi sottovoce, solo con gli amici più intimi. A noi aveva lasciato intendere solo il girone, e nulla più, evidentemente già scottato da altri preallarmi poi non rivelatisi fondati. Ancora ieri sul sito della società pugliese, fino alle 17.45, e di parlava di una riunione in cui veniva confermata la fiducia al vecchio tecnico,nonostante la crisi di risultati (solo tre gare vinte) ed una serie negativa piuttosto lunga. Terz’ultima in classifica, l’Andria ha 17 punti come il Prato, uno in più della Feralpisalò e due più del Bassano.
Poi a metà pomeriggio il colpo di scena che fa felici i tifosi molisani che stimano l’uomo ancora prima che il tecnico. Il comunicato del club che parla di “dimissioni” di Di Meo e del suo vice Sassanelli, poi l’annuncio (già anticipato via fax da Pasquale Licursi, nella fattispecie solerte portavoce di Cosco, oltreché fraterno amico da anni).
Non ha bisogno di presentazioni, Vincenzo: un personaggio che ad ogni modo conosce il calcio come pochi, innamoratissimo della professione che svolge ogni giorno come un bimbo cui è stato regalato un giocattolo nuovo di zecca, ma anche come un manager a capo di un gruppo di lavoro che dirige, sottolineano spesso i suoi ex allievi, facendosi voler bene anche da chi gioca poco e che, sotto sotto, avrebbe tutte le ragioni per “odiarlo”.
Cosco già in estate era stato accostato all’Andria Bat, poi però il presidente Fusiello diede ascolto a chi gli consigliava Di Meo. Oggi, a quasi nove mesi di distanza dall’ultima panchina (Avellino-Campobasso 3-1), Cosco torna in pista. La Coppa Italia, Andria-Catanzaro, gli interessa quel tanto che basta per prepararsi nel migliore dei modi al primo match di campionato della sua gestione, il derby molto sentito della sesta provincia pugliese, Andria-Barletta, quasi una “disfida” in salsa nord-barese cinquecento anni più tardi.
Per l’ex trainer del Campobasso è la terza esperienza in Prima Divisione, ovvero l’ex C1, la prima nel girone B e la prima in Puglia, regione che calcisticamente conosce benissimo, potrebbe tenervi lì a raccontare le caratteristiche di un umile pedatore dell’Eccellenza. A Santa Croce anche la cadenza subisce gli influssi della regione più orientale d’Italia, facile per una “spugna” come lui, che assorbe tutto, ogni nozione, ogni esperienza, per tramutarla, con l’adrenalina giust,a in quella carica da trasmettere ai ragazzi nei 90’ (più recupero) della domenica. In bocca al lupo.

Stefano Castellitto, fonte: I Fatti del Nuovo Molise

 


 

VINCENZO COSCO
Santa Croce di Magliano
(classe 1964)

 

 

Turris

 

Ururi

 

Vastese

 

Termoli

 

Turris

 

la carriera da calciatore / ruolo: difensore

stagione

squadra

categoria

note

1980-81

Turris Santa Croce

I Categoria
Campano-Molisana 

 

1981-82

Aurora Ururi

I Categoria
Campano-Molisana

 

1982-83

Aurora Ururi

I Categoria
Campano-Molisana

 

1983-84

Aurora Ururi

I Categoria
Campano-Molisana

promozione

1984-85

Aurora Ururi

Promozione
Campano-Molisana

 

1985-86

Castel di Sangro

Promozione
Abruzzese

promozione

1986-87

Castel di Sangro

Serie D
Interregionale (gir. G)

4° posto

1987-88

Castel di Sangro

Serie D
Interregionale (gir. G)

2° posto

1988-89

Castel di Sangro

Serie D
Interregionale (gir. G)

1° posto - promozione

1989-90

Vastese

Serie D
Interregionale (gir. G)

1° posto - promozione

1990-91

Vastese

Serie C2
(gir. C)

4° posto

1991-92

U.S. Termoli

Eccellenza
Abruzzese

1° posto - promozione

1992-93

Turris Santa Croce

Promozione
Molisana

1° posto - promozione
vince la Coppa Italia Molise

1993-94

F.C. Campobasso

Serie D

CND (gir. H)

6° posto

1994-95

F.C. Campobasso

Serie D
CND (gir. F)

16° – retrocessione (ripescaggio)

1995-96

F.C. Campobasso

Serie D

CND (gir. G)

6° posto

 

Turris
Santa Croce

Aurora
Ururi

Castel di
Sangro

Vastese

U.S.
T
ermoli

F.C.
C
mpobasso

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

Turris 1997

 

Pro Vasto 2003

 

Val di Sangro 2007

la carriera da allenatore

stagione

squadra

categoria

posizione

note

1996-97

Turris Santa Croce

Eccellenza
Molisana

 

1997-98

Turris Santa Croce

Eccellenza
Molisana

 

1998-99

Bojano

Eccellenza
Molisana

promozione
vince la Coppa Italia Molise

1999-00

Bojano

Serie D
CND (gir. H)

11°

 

2000-01

Bojano

Serie D
(gir. H)

16°

retrocessione

2001-02

U.S. Termoli

Eccellenza
Molise

promozione

2002-03

Isernia

Serie D
(gir. G)

-

dimissionario

2002-03

Pro Vasto

Serie D
(gir. F)

play off

2003-04

Pro Vasto

Serie D
(gir. H)

promozione dopo i play off

2004-05

Val di Sangro

Serie D
(gir. H)

play off

2005-06

Val di Sangro

Serie D
(gir. F)

promozione

2006-07

Val di Sangro

Serie C2
(gir. C)

 6°

 

2007-08

Paganese calcio

Serie C1
(gir. A)

 -

dimissionario

2007-08

FC Sopron

Soproni Liga
UNGHERIA

 -

società fallimentare

2008-09

Gela calcio

Lega Pro - Gir. C
Seconda Divisione

 2°

perde finale play off
con il Pescina VG

2009-10

Pro Patria

Lega Pro - Gir. A
Prima Divisione

 -

subentrato/dimissionario

2010-11

N. Campobasso calcio

Lega Pro - Gir. C
Seconda Divisione

 11°

subentrato

2001-12

Andra Bat.

Lega Pro - Gir. B
Prima Divisione

 

subentrato

 

 

Turris
Santa Croce
US
B
ojano
US
T
ermoli
Isernia Pro Vasto

Val di Sangro Paganese
calcio
Gela
calcio
FC
Sopron
Pro Patria
Nuovo Campobasso
calcio
Andria
Bat

 

 

 

 


Vincenzo Cosco sulla panchina dell'Andria
Gli articoli di Pasquale Licursi e Stefano Castellitto


 

 

 

 



© Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.   

disclaimer