Santa Croce di Magliano, sabato 24 aprile 2021

     

    Imposta come pagina iniziale  Aggiungi ai preferiti  Segnala ad un amico  Stampa  Translate in English

ultimo sabato di aprile << 16/30 aprile << 2021 << home

 

 

 

tradizioni


Ultimo sabato di aprile - edizione 2021
Festa della Madonna Incoronata.


 

 

Per il secondo anno consecutivo, sono venuti meno i festeggiamenti della Madonna Incoronata a causa delle restrizioni dovute all'epidemia del Covid.

Tuttavia, non sono mancati momenti di partecipazione e di emozione; la celebrazione della Messa in Chiesa San Giacomo, dove è custodito il simulacro della Madonna, presieduta dal vescovo Gianfranco De Luca, ha visto la partecipazione delle forze, generalmente, attive nel proseguo della tradizione.

Alla fine della funzione eucaristica sono intervenuti il Comitato Festa, Regina Cosco in rappresentanza della comunità di pratica festiva, la compagnia teatrale "Sceme sembe nuje" con l'omaggio alla poesia "U lutume sabbete d'abbrile" di Raffaele Capriglione, e l'assessore alla cultura Giuliana Petruccelli.

Sul sagrato della chiesa, la benedizione della figura de "u scarciacappe" e un simbolico volo di colombe.

Quest'anno più di altri, dopo mesi neri, con i lutti, che hanno dilaniato la comunità, la festa dell'Incoronata e il suo significato, strettamente connotato di rinascita, riflette un messaggio di speranza.

In tanti hanno seguito su Facebook la diretta di No Comfort Zone.

 

Condividiamo il messaggio letto di Regina Cosco, in rappresentanza della comunità di pratica festiva:

"Sono qui, in rappresentanza dei custodi e dei praticanti, delle famiglie e dei gruppi che, in modo particolare, negli ultimi cinquant'anni si sono avvicendati sulle scene dell'Ultimo sabato di aprile venerando la Madonna Incoronata, protettrice del raccolto e degli animali, Santa patrona di Foggia, laddove culmina il tratturo Magno, meta di pastori e transumanti, i quali in questo mirabile andi-rivieni passavano per le nostre terre, in concomitanza con questo periodo.

È da quella apparizione di Maria Incoronata Regina degli angeli a un povero pastore "strazzacappa" (u scarciacappe, nella tradizione dialettale santacrocese), alle prime luci dell'alba dell'ultimo sabato d'aprile dell' anno 1001, passando poi per il rito della transumanza, che il culto della Madonna si perde e si compenetra nell'esistenza dei santacrocesi.

Così la fiamma della tradizione, come la lanterna dell'umile contadino (che estasiato da quella visione inizió a compiere 3 giri intorno ad un grande albero di quercia) così il rituale nelle sue pratiche e credenze pare non voglia spegnersi mai.

"U luteme sabbete d'abbrile, a fest di campagnuol, di padrune e di garzune..." (La festa dei contadini, dei padroni e dei fattori); sacralizzazione del territorio e dello spazio dell'intera comunità, già perché in queste ore, ogni vicolo della nostra Santa Croce si animava di suoni e di colori, dei nitriti di stalloni, giumenti e puledri, di greggi festosi, dei muggiti di vacche infiocchettate, di vitelli e capretti saltellanti in un corale richiamo primordiale.

E ancora "u staffile" e "i caravasce" scoppiettanti sull'asfalto, i campanacci e i campanellini riecheggiare, la treccia, la benedizione e la processione.

Molto evidentemente, ciò che viene a mancare maggiormente nel presente distanziamento sociale dovuto alla pandemia è questa mescolanza e prossimità, il senso del legame sociale rinnovato dal rituale che nella sospensione attuale viene a perdersi.

Manca il panorama sonoro che fa da contorno e che solo può essere esperito nella realizzazione pratica, c'è un'eccedenza del reale rispetto alla rappresentazione che nessuna simulazione virtuale e mediatica potrà restituire, tuttavia a queste restituzioni dobbiamo dar peso come memorie preziose.

Dobbiamo averne cura, auspicando di poter tornare presto ad attraversare le strade, per le nostre Madonne e per i nostri Santi, uomini e animali, prossimi, vicini, dando continuità al passato nel presente, con rinnovata devozione.

LA PIA PRATICA DEI TRE GIRI

LOCANDINA NO COMFORT ZONE

PROGRAMMA PARROCCHIA

LE FOTOGRAFIE DI NO COMFORT ZONE

 

 

 

 

 

 

 


 


 

 

 



© Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.   

disclaimer - privacy