Santa Croce di Magliano, lunedì 25 marzo 2024

     

    Imposta come pagina iniziale  Aggiungi ai preferiti  Segnala ad un amico  Stampa  Translate in English

centro socio educativo << 16/31 marzo << 2024 << home

 

 

 

centro socio educativo


Incontro con la scrittrice Martina Di Pardo e i ragazzi del Centro Socio Educativo.


 

 

Santa Croce di Magliano. Incontro con la scrittrice Martina Di Pardo e i ragazzi del Centro Socio Educativo lo scorso martedì 19 marzo 2024
Una giornata ricca di emozioni e condivisione. Spunti riflessivi e scambi reciproci. Una giornata dedicata a concetti profondi quali la Resilienza e la Speranza.
Una giornata anticipata da un lungo progetto laboratoriale che ha previsto la lettura approfondita delle poesie e dei versi poetici della raccolta "C'è sempre tempo per rifiorire". Poesie che hanno colpito e toccato i ragazzi. Poesie che hanno fatto loro rievocare sensazioni e suggestioni, immagini e amore per la vita e l'amicizia. È stata dedicata dai ragazzi anche la poesia "Daughter" al loro caro e dolce amico Pierangelo scomparso prematuramente. Le poesie, che per molti aspetti potevano sembrare più cupe, hanno fatto accendere e hanno coinvolto l'anima luminosa dei ragazzi. La sensibilità è penetrata e si è fatta viva nei cuori di ognuno di loro tanto che l'incontro con Martina li ha coinvolti, si sono raccontati e si sono aperti nuovamente ringraziando la scrittrice per la presenza e per quello che di bello aveva trasmesso loro.
L'incontro si è concentrato su tematiche principali quali la resilienza, la capacità, in psicologia, di ognuno di noi di non farsi abbattere da situazioni ostili, la capacità di autoricostruirsi e poi c'è resilienza quando c'è speranza. La speranza è l'ingrediente fondamentale, il seme che fa germogliare la nostra rifioritura. Dobbiamo essere capaci e intuitivi nel saper coltivare la nostra speranza e la speranza negli altri.
Sono state poste tante domande all'autrice che sono, poi, diventate motivo di aperture emotive.
Alla fine dell'incontro l'autrice ha regalato ai ragazzi la lettura di due poesie, non scritte da lei. Carpe diem di Walt Whitman posta e interpretato come una sorta di invito a vivere la vita, a cogliere l'attimo sempre e comunque, nonostante tutto e Vi auguro sogni a non finire di Jacques Brel posta e interpretata come un augurio, l'augurio di vivere la propria vita come un sogno e non smettere mai di credere ai propri sogni perché come dice l'autrice all'apertura del suo libro con dedica iniziale "Ai sogni che muovono la mente e il cuore di ogni uomo".
Un incontro che ha suggellato un significato profondo e un messaggio più che concreto: la poesia, come tutta l'arte e la musica, è sinonimo di unione, non divide ma crea e soprattutto solidifica i legami, crea connessioni, reciprocità e trasmette e diffonde amore per noi stessi e per gli altri.

 

 

 

 


 


 

 

 



© Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.   

disclaimer - privacy