Utenti on line: 914

 Guest Book    Forum    Chat  

   

         

Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ

Forum << Interact << Home

Hai dimenticato la
Password? clicca qui
Username:
Password:
Memorizza la Password
 Tutti i forum
 Il forum di SantaCroceOnLine
 Politica
 riforma universitaria
 Nuova discussione  Rispondi alla discussione
 Segnala la discussione ad amici
Autore Messaggio precedente Messaggio Messaggio successivo  

sam

Italia
4 Messaggi

Inviato - 21/10/2008 :  20:55:10  Mostra il profilo utente  Invia email all'utente  Click to see sam's MSN Messenger address  Rispondi citando
Per tutti coloro che vogliono interessarsi a ciò che sta succedendo all'università italiana

Il nuovo governo, approfittando dell'estate, ha approvato il 25 giugno conla fiducia un decreto (poi legge 133) che modifica profondamente la struttura dell'università:
1. Ci sarà un taglio di 500 milioni di euro in 3 anni alle università. per alcuni atenei questo potrebbe significare la chiusura.
Altrimenti:
2. Con il nuovo decreto le università pubbliche potranno scegliere se diventare fondazioni private o meno.

PERCHÈ DOVREBBERO DIVENTARE FONDAZIONI PRIVATE?
3.Per riuscire a finanziarsi aumentando le tasse agli studenti, che non avrebbero più un limite di legge. Le tasse infatti potrebbero aumentare a dismisura, anche raggiungendo i 6-7000 euro l'anno, sul modello delle università americane.
Inoltre le fondazioni verrebbero finanziate da enti privati, come ad esempio le industrie farmaceutiche (forse le sole a poterselo permettere), e tali enti finirebbero per tagliare le gambe a tutti quei settori universitari e di ricerca che non rientrano nei loro interessi.
Ma soprattutto sarebbero le ricerche a venir danneggiate pesantemente, non più spinte dal puro interesse culturale esociale, ma dai fondi messi a disposizione e dalle commissioni direttedegli enti stessi!!

E IL FUTURO?

4. Università di serie A e di serieB in base alle disponibilità economiche degli studenti, quindi titolidi studio dal differente peso e possibile perdita del valore legale diquesti.

I collettivi dei vari atenei organizzeranno assemblee per approfondire le conseguenze dei cambiamenti in atto, portati avantida governi sia di destra che di sinistra di anno in anno, che minacciano quella che DOVREBBE ESSERE una UNIVERSITÀ LIBERA PUBBLICA E DI MASSA.
Gli studenti, i ricercatori e i professori si stanno già muovendo e i corsi quest'anno non partono per protesta, ma un problema così grave è ancora poco conosciuto.
Infatti il problema più grave è che nessuno sa niente, i media non ne hanno parlato, se non per screditare a titolo di 'minoranza' chiunque abbia protestato contro questo assurdo disegno di legge!
Dobbiamo riuscire a bypassare il muro dei giornalisti e delle televisioni controllate da questo governo(maggioranza + opposizione,sia chiaro!!) per far sapere, perché tutto questo non passi indifferente!!

AIUTACI! L'UNIVERSITÀ NON È SOLO DEGLI STUDENTI MA DI TUTTI!!!!

FATE GIRARE QUESTA NOTIZIA, anche se non studenti, è importante che tutti sappiano e se ne parli!!

DOCUMENTO UFFICIALE: il decreto legge 112/08 articolo 16 Gazzetta Ufficiale ( http://www.camera.it/parlam/leggi/decreti/08112d.htm )

Il decreto è già stato pubblicato da più di un mese sulla Gazzetta Ufficiale quindi È GIÀ LEGGE!

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:

http://www.studentidisinistra.org/content/view/487/1

Questa non è una protesta politica ma nell'interesse di tutti Aiutaci amobilitare tutti perché questo decreto potrebbe cambiare irrevocabilmente l'aspetto dell'istruzione italiana e quindi del paese.

..UN POPOLO IGNORANTE E' PIU' FACILE DA COMANDARE!!.
.noi non diventeremo le loro pecore!!..

sam

Italia
4 Messaggi

Inviato - 22/10/2008 :  16:16:42  Mostra il profilo utente  Invia email all'utente  Click to see sam's MSN Messenger address  Rispondi citando
[...] L’IDEA DELLA NOTTE bianca della scuola pubblica è partita da Bologna e in un baleno i coordinamenti nazionali di genitori e insegnanti hanno dato vita al «No Gelmini Day & Night». Da Milano a Castrovillari (Cosenza), passando per Brescia, Mestre, Viareggio, Parma, Roma, e Sassari, la protesta anti-Gelmini è scattata all’unisono: al mattino tutti in classe, poi dall’imbrunire a mezzanotte tutti nelle scuole per un pigiama-party o nelle piazze dei municipi a «far rumore», in corteo con fiaccolate o riunuti in assemblee con ospiti d’eccezione. Come all’elementare Francesco Crispi di Monteverde Vecchio, a Roma, dove Don Roberto Sardelli, il sacerdote che nel ‘68 fondò la «scuola 725» tra i figli dei barraccati dell’Acquedotto Felice e dal quale fu tratto il documentario «Non tacere», si è seduto tra le mamme e i papà del quartiere raccontando la sua esperienza unica. La ministra sottoaccusa, Mariastella Gelmini, intanto ieri mattina è salita al Quirinale per fornire chiaramenti al presidente Napolitano sui suoi provvedimenti che non piacciono neppure alle Regioni [...]

[...] Berlusconi. Al termine della conferenza stampa che ha chiuso la prima giornata del vertice europeo, non è riuscito a trattenere la battuta. Ha salutato i giornalisti, gli ha spiegato di considerarsi un «veterano» di questi summit e poi, sorridendo, ha fatto un po’ di conto. Dal 1994 (quando è sceso in campo) al 2013 (quando terminerà la legislatura) sono, appunto, 19 anni. Il Duce, in realtà, a Palazzo Venezia c’è stato per un po’ di più: quasi 21 anni ininterrotti, dal 31 ottobre del 1922 al 25 luglio del 1943.

Il Cavaliere, invece, ha omesso le sue «pause», ha fatto finta di essere stato a Palazzo Chigi per l’intero periodo. Nel ‘94 è stato presidente del Consiglio solo per 7 mesi e poi è tornato al governo nel 2001 fino al 2006. Sta di fatto che ai cronisti non è sfuggito il parallelo e gli hanno fatto notare che per pareggiare il «Ventennio» gli manca ancora un anno [...]

CARO BERLUSCONI HAI STRAVINTO!!! ORA BASTA: DIMETTITI. Ascolta (anche) le tue figlie!!! Sciogli il partito di "Forza Italia" e restituisci la parola "Italia" al Presidente della Repubblica e al Parlamento!!!
Inizio pagina

manlhi

Italy
31 Messaggi

Inviato - 22/10/2008 :  23:04:06  Mostra il profilo utente  Invia email all'utente  Rispondi citando
ciao cara!
come procede li a l'aquila?
qui ad ancona....non mi sembrano molto ben organizzati però in compenso il sindaco ha dato il suo appoggio e un consigliere ha preso parte all'assemblea tenutasi oggi in aula magna....il rettore e una vasta maggioranza di docenti si son dimostrati disponibili e concordi con le proteste degli studenti dei ricercatori ecc......il 5 novembre nelle marche ci sarà uno sciopero generale organizzato dal politecnico delle marche con sede principale ad ancona in collaborazione con le università di camerino urbino e macerata.....e il 14 a roma per lo sciopero anzi manifestazione nazionale....e speriamo bene!!!!!
Inizio pagina

sam

Italia
4 Messaggi

Inviato - 23/10/2008 :  00:34:24  Mostra il profilo utente  Invia email all'utente  Click to see sam's MSN Messenger address  Rispondi citando
ma ciao!!!
No qui a l'Aquila sembra muoversi qualcosa anke se timidamente...ci sono state le prime assemblee di facoltà in cui hanno parlato i rappresentati dell'udu,i rappresentanti degli studenti al senato accademico e niente popò di meno che...il magnifico rettore...lui è dalla nostra parte...poi hanno parlato vari studenti e qualke docente e ricercatore...conclusione?!domani prima manifestazione dell'università dell'Aquila davanti alla prefettura...speriamo ci siano tante xsone!!!Questo è il primo passo penso ke poi si faccia altro e soprattutto credo ke il 23 novembre ci saremo anke noi a Roma x la manifestazione nazionale...e Berlusca hai sentito?Se ci saranno occupazzioni lui le reprimerà con la polizia,ah ke bella democrazia!!!
A presto x le nuove informazioni ciao ciao
Inizio pagina

manlhi

Italy
31 Messaggi

Inviato - 23/10/2008 :  16:49:15  Mostra il profilo utente  Invia email all'utente  Rispondi citando
ad ancona non si parla di occupazione dell'università!!!!
ma si parla di bloccare la città!!!!!ci spara o ci prende sotto? ci arresta tutti?????
va bè si vedra cmq qui di immediato niente il 5 come ti dicevo c'è la manifestazione degli studenti degli atenei delle marche....il 14 scioperano i prof a roma!!!!!
Inizio pagina

sam

Italia
4 Messaggi

Inviato - 24/10/2008 :  10:20:08  Mostra il profilo utente  Invia email all'utente  Click to see sam's MSN Messenger address  Rispondi citando
Ieri c'è stata la prima manifestazione universitaria aquilana contro la nuova riforma...bellissimo!!!eravamo 5 mila xsone tutte a protestare contro la legge 133...nn vi dico quanti slogan sono venuti fuori...una nuova manifestazione si riavrà il 30 sempre a l'Aquila in attesa della manifestazione nazionale a Roma x il 14...NON MOLLIAMO MAI...
il 68 c'è l'ha insegnato
l'università nn va toccata bye bye
Inizio pagina
  Messaggio precedente Messaggio Messaggio successivo  
 Nuova discussione  Rispondi alla discussione
 Segnala la discussione ad amici
Vai a:




Copyright www.santacroceonline.com - Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione anche parziale.   

disclaimer

Generato in 0.05 sec. Snitz Forums 2000